buzzoole code
                        

domenica 22 gennaio 2017

Il ritratto romano repubblicano

Ritratto di ignoto di Osimo
Il ritratto romano fu uno dei più importanti vertici dell'arte di Roma e del ritratto in generale, raggiungendo traguardi di grande intensità e verismo. Ci sono giunti numerosissimi esemplari, anche originali, che hanno permesso una valutazione molto approfondita di questa disciplina artistica sotto la dominazione di Roma. Il ritratto romano repubblicano nel particolare è una forma artistica specifica dell'arte romana, databile tra l'inizio del I secolo a.C. e il 50 a.C. circa.

giovedì 19 gennaio 2017

Madonna di Foligno, Raffaello

Raffaello, Madonna di Foligno
Quest’opera fu commissionata a Raffaello nel 1511 da Sigismondo de’ Conti, dignitario di Papa Giulio II, per essere collocata nella chiesa di S. Maria in Aracoeli a Roma. Il suo nome però è dovuto al fatto che già nel 1565 venne trasferita da una discendente dei de’ Conti in un monastero a Foligno, piccola città del centro Italia da cui proveniva la famiglia. Ma questa Madonna conobbe anche altre traversie: fece parte di quelle opere che Napoleone portò con sé in Francia nel 1797 in seguito al Trattato di Tolentino e solo dopo il suo rientro in Italia entrò a far parte della Pinacoteca Vaticana.

lunedì 16 gennaio 2017

Il ritratto minoico-miceneo


Maschera funeraria micenea detta di "Agamennone"
Nella cultura minoico-micenea, sviluppatasi in Grecia, il ritratto non ebbe carattere individuale e realistico, ma intenzionale e tipologico (come abbiamo visto fino ad ora), limitandosi a caratterizzare la regalità del sovrano, la dignità del sacerdote, visti come tramite con la divinità.
L’arte minoica in particolare, sviluppatasi intorno al fastoso palazzo di Cnosso a Creta, fu caratterizzata da produzioni pittoriche, scultoree, orafe e ceramiche abbondanti, in cui però scarseggiò il tema del ritratto a favore di scene di natura (flora e fauna) e tauromachie, particolarmente predilette.

venerdì 13 gennaio 2017

Michelangelo

Michelangelo, Pietà, 1497-1499
Artista assolutamente geniale, la cui attività spaziò dalla scultura, alla pittura, all'architettura, alla scrittura di poesie e nei primi tre campi vi lasciò un segno indelebile. Non sarà facile riassumere Michelangelo Buonarroti in poche parole, perché sicuramente va posto nell'Olimpo dell'arte, ai primi posti. Michelangelo realizzò un percorso artistico assolutamente unico fatto di forme, architetture, immagini e sculture. Fin dall’inizio della sua formazione fu un pensatore a 360 gradi, producendo un gran numero di disegni, a volte solo abbozzi, in cui cercò di trasferire l’idea sulla carta.

martedì 10 gennaio 2017

Il Doriforo di Policleto, la perfezione oltre la realtà


Il Doriforo, che tradotto sta a significare "portatore di lancia", è una statua realizzata dallo scultore greco Policleto, attivo tra il 460 e il 420 a.C. circa. Non si sa esattamente chi rappresenti, ma si pensa che sia l'idealizzazione dell'eroe Achille. E' un'opera emblema, conosciuta in tutto il mondo e che in un certo senso incarna l'idea stessa di classicità. Come spesso capita con le statue greche antiche, anche di questa non abbiamo l'originale, ma un complesso numero di copie e frammenti, riescono a restituirci un'idea abbastanza fedele dell'originale.

sabato 7 gennaio 2017

Intervista a Federica Fontana del blog Inanimanti


Riprendo dopo un po di tempo l'ormai celebre rubrica del blog dedicata agli art blogger: "c'è arte nella blogosfera". Oggi conosceremo Federica, la curatrice del blog Inanimanti.
Si tratta di un blog con la missione di comunicare l'arte contemporanea in maniera diversa. Alla ricerca di un modo per avvicinare l’arte contemporanea alle trasformazioni in atto nella società moderna e svelarne le connessioni. In particolare Inanimanti parla di tutto ciò che nella cultura contemporanea sta portando l'essere umano a liberarsi del proprio corpo.