buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
                        

mercoledì 14 novembre 2012

L'artista maledetto

Amedeo Modigliani, ritratto di Chaim Soutine
A partire dall'atmosfera simbolista di fine Ottocento, lo stereotipo dell' artista maledetto si confonde con le vicende creative di molti grandi protagonisti dell'arte moderna.
L'uso di droghe leggere a scopo creativo, l'abuso di alcol e i liberi costumi sessuali, affiancati a una concezione del tutto nuova del dipingere, privano l'artista di quell'aria di rispettabilità sociale che dal rinascimento in poi si era guadagnato faticosamente.

Due figure artistiche offuscate dall'aura della loro esistenza leggendaria sono Modigliani e Soutine. Le condizioni di vita sregolate hanno contribuito al diffondersi della leggenda del Modigliani maledetto: è noto l'altissimo numero di alloggi in cui l'artista si trovò a soggiornare. Piccoli hotel di dubbia reputazione, stanze di amanti occasionali, falansteri di artisti.

Chaim Soutine, signora in rosso
Escluso dai circoli fondatori dell'arte moderna, Amedeo intraprenderà in profonda solitudine il drammatico percorso verso la consacrazione. Personaggio inquieto tra genio e sregolatezza, un dandy moderno e un raffinato artefice del proprio destino. Alla figlia Giovanna e agli storici dell'arte toccò il delicato compito di fare chiarezza nella biografia di un uomo mai conosciuto, rimettendo in discussione date e attribuzioni.

Se ti piace il blog, seguilo anche su Twitter 👇👇💛


Sono diverse le figure simili a Modigliani, basti pensare agli eccessi di Francis Bacon, o all'artista dannato per eccellenza: Caravaggio.
Oggi credo che spesso si cerchi deliberatamente di creare intorno a certi artisti l'alone del dannato, per aumentarne il fascino ed il valore di mercato. Sopratutto nella società in cui viviamo, dove il drogarsi o l'essere avvezzo a costumi trasgressivi spesso premia (basti pensare al successo del prodotto commerciale Kate Moss).

Questo post si avvale di contributi bibliografici vari che potete consultare qui

Nessun commento:

Posta un commento