buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
                        

mercoledì 4 dicembre 2013

Arte come terapia dei nostri disagi?

Edouard Manet, mazzo di asparagi
Ansia, tristezza? Un dipinto, una scultura, una fotografia parlano alle nostre emozioni, possono essere una terapia? E' quello che molti scrittori e teorici (tra cui se volete approfondire Alain Botton) credono.
Chissà cosa avrebbe pensato Edouard Manet sapendo che un giorno il suo Mazzo di asparagi, dipinto nel 1880, sarebbe stato usato per curare la monotonia di una lunga relazione. La natura morta può ravvivare un rapporto? Avete perso la speranza? Guardate bene La danza di Matisse. La serenità sembra impossibile? soffermatevi su un dipinto a caso di Vermeer, magari La donna in azzurro che legge una lettera. La modestia non fa per voi? Allora contemplate la semplicità di un vaso coreano del XVIII secolo.

Ora, non è uno scherzo: c'è chi nell'Art Therapy crede davvero e la sta lanciando come nuovo metodo di avvicinamento al bello.
Un modo per andare oltre la semplice valutazione storica, un'altra maniera per guardare. Ed in effetti nei musei, in tanti si soffermano qualche secondo su un'opera. Leggono la didascalia e poi vanno via. Non sono indirizzati verso le emozioni. Non sanno che dipinti e sculture possono parlarci, in un certo senso.

Se ti piace il blog, metti un like alla pagina Facebook (◕‿-)


Ed ecco che sono in preparazione una serie di grandi mostre nei musei del mondo che, per alcuni mesi, riorganizzeranno le loro collezioni, didascalie comprese, non secondo un criterio cronologico, ma per "emozioni". Si parte ad Aprile 2014 con il Rijksmuseum di Amsterdam, tempio della pittura olandese appena restaurato.
Se questo è un tema che vi incuriosisce e che volete approfondire, andate a vedere il sito www.artastherapy.com dove chiunque può cercare una risposta in forma di opera d'arte a problemi d'amore, ansia, lavoro. Politica persino!!!

Nessun commento:

Posta un commento