buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
                        

lunedì 30 dicembre 2013

Nuova rubrica: "Lo potevo fare anch'io"

Prendendo ispirazione da un libro di Francesco Bonami, lancio questa nuova rubrica mensile che sarà un viaggio nei capolavori dell'arte contemporanea più incomprensibili, kitsch, folli o dalla semplicità disarmante.
Ma chi è Francesco Bonami, mi chiederete voi? 
Beh per chi ancora non lo conosce è un curatore d’arte contemporanea di notorietà internazionale. Bonami inizia la sua carriera professionale studiando scenografia e storia dell'arte all'Accademia di belle arti di Firenze. Dopo una breve parentesi come artista, si trasferisce a New York all'inizio degli anni novanta, dove inizia a collaborare con la rivista Flash Art, come corrispondente dagli Stati Uniti.

Attualmente è Direttore Artistico della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino) e di Pitti Immagine Discovery (Firenze). È inoltre direttore editoriale della collana Supercontemporanea di Electa. Collabora inoltre regolarmente con La Stampa, La Gazzetta dello Sport, Donna Moderna, Rolling Stone, Uomo Vogue, Il Riformista e Vanity Fair Italia, il Quotidiano in classe.
Insomma una figura importante nel panorama di curatori d'arte, a livello internazionale.
Nel 2007 pubblica questo simpatico ed interessante libro di 182 pagine che vi consiglio di leggere Lo potevo fare anch'io.

Se ti piace il blog, seguilo anche su Twitter (◕‿-)


E da questa frase che un po' tutti noi hanno pensato, parte un altro viaggio di Artesplorando che cercherà, da un lato di dipanare le nebbie che circondano artisti contemporanei entrati ormai nella leggenda e dall'altro di proporre anche quelli più emergenti o poco conosciuti che a volte il sottoscritto ha avuto l'occasione di conoscere di persona.

E se è vero che nell'ultimo secolo l'arte si è evoluta al punto da essere quasi irriconoscibile, cercherò di convincervi e convincermi una volta per tutte,  perché non è vero che potevamo farlo anche noi.
Buona lettura.

Nessun commento:

Posta un commento