buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
                        

venerdì 21 novembre 2014

La xilografia, piccola guida per capire cos'è

Una pagina della Bibbia pauperum
Oggi vi parlo di una tecnica artistica di stampa: la xilografia o silografia.
Di che cosa si tratta? sicuramente ne avrete già sentito parlare o l'avrete letta sui cartellini esposti a fianco di certe opere in musei o mostre. E' una tecnica di stampa tratta da una matrice incisa a rilievo, per lo più di legno, da cui il nome (xylos in greco significa legno); le parti a rilievo risultano colorate di nero al termine del processo di stampa.

E' il più antico dei procedimenti a stampa (noto in Cina dal VI secolo) per stampare motivi ornamentali, figure o caratteri su stoffa o altro materiale, la xilografia, dopo l’invenzione della carta, ebbe in questa il suo supporto più consueto. Conosciuta in Europa dal XII secolo, fu utilizzata a partire dal XIV secolo (nelle Fiandre, in Germania e in Francia) per la stampa di immagini sacre, carte da gioco e per l’illustrazione di testi, mentre, dalla fine del XIX secolo, al pari di altre tecniche incisorie, divenne mezzo espressivo autonomo.


La matrice è una tavoletta di legno duro (pero, melo, ciliegio ecc.), gli strumenti usati per incidere sono il coltello e vari tipi di sgorbie, risparmiando il disegno da riprodurre che quindi risulta a rilievo; dopo aver inchiostrato la matrice, si procede alla stampa manualmente (facendole aderire un foglio) o mediante una pressa piana; nella stampa le parti incavate corrispondono al colore della carta.

Se ti piace il blog, seguilo anche su G+ 👇👇👌


All’inizio le xilografie furono anche colorate a tempera o acquerello ma dal XVI secolo si sperimentarono xilografie a colori con più matrici; la xilografia a colori raggiunse un altissimo livello in Giappone soprattutto nei secoli XVIII e XIX portando anche fino a 20 il numero dei legni usati. Numerose matrici sono nel Kupferstichkabinett di Berlino (in particolare di maestri tedeschi del Rinascimento), nel Musée de l’Imprimerie et de la Banque di Lione (soprattutto per illustrazioni di libri) e nella Galleria Estense di Modena. Effetti analoghi a quelli della xilografia sono ottenuti dall’incisione su linoleum (linoleumgrafia), diffusa dai primi decenni del XX secolo.

Esempi più belli e antichi li troviamo nei libri xilografici: il più antico esemplare datato è la Biblia pauperum stampata a Nördlingen da F. Waltern nel 1470
E con questa immagine vi lascio, appuntamento al prossimo approfondimento sulle tecniche artistiche. E se me ne volete segnalare delle nuove di cui non ho parlato, non esitate!!!
Se volete scoprire le altre tecniche ad incisione leggete QUI

Segui la bacheca Decorestauro di Artesplorando su Pinterest.

Questo post si avvale di contributi bibliografici vari che potete consultare qui

Nessun commento:

Posta un commento