buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
                        

lunedì 10 novembre 2014

Paesaggi - cacciatori nella neve

Pieter Bruegel il Vecchio, cacciatori nella neve
Abbiamo già visto come nell'arte medievale si fosse soliti rappresentare i mesi dell'anno attraverso le attività e i passatempi tipici di ogni stagione.
Una tradizione dalla quale attinse Pieter Bruegel il Vecchio per la sua serie di sei (o probabilmente dodici) tavole incentrate sull'avvicendarsi delle stagione e sulle attività agricole ad esse legate, in cui la produzione artistica del pittore tocca il suo punto più alto.

Completata nel 1565, la serie inizia con l'anteprimavera (Giornata buia), che, in conformità con l'antica usanza di far iniziare l'anno con marzo, si riferisce anche a gennaio o a febbraio; con la sua atmosfera opprimente, il dipinto dimostra che che l'uomo non domina la natura ma, al contrario, deve confrontarsi con la sua implacabilità. L'opera più famosa del ciclo è però il quadro che rappresenta l'inverno.

Cacciatori nella neve

Il motivo dominante del dipinto consiste nelle figure viste di spalle: i cacciatori che, con le prede, si dirigono verso il villaggio situato a fondovalle. Il loro movimento guida il nostro sguardo sullo splendido paesaggio innevato, con gruppi di piccole persone che giocano sul ghiaccio, per poi passare alle alte montagne sullo sfondo, imponenti e coperte di neve. La caccia viene comunque relegata, in virtù della sua collocazione in basso a sinistra, di fronte alla taverna, al rango di scena secondaria, il paesaggio è il vero protagonista!

Se ti piace il blog, seguilo anche su Twitter 👇👇👌


Dal punto di osservazione elevato in cui il pittore ci colloca, permette di spaziare con lo sguardo su un immenso paesaggio multiforme che si fa via via più selvaggio in lontananza. Le linee guida del dipinto ci portano lungo una diagonale che dall'angolo in basso a sinistra ci porta verso l'alto, accentuata da un filare di alberi spogli, per digradare infine in basso a destra, nella vallata; laggiù il dipinto si propaga in profondità su una linea orizzontale delimitata da una parte dalla barriera dei monti ed estesa sulla pianura a sinistra in direzione dell'orizzonte.
Un'immagine affascinante appartenente a un ciclo di opere in cui Bruegel ha saputo rappresentare in maniera magistrale e del tutto inedita per l'epoca, i cambiamenti della natura nell'avvicendarsi delle stagioni.

Segui la bacheca Il paesaggio di Artesplorando su Pinterest.

Continua l'esplorazione ...

Questo post fa parte di un viaggio attraverso la storia del paesaggio e dei suoi principali interpreti. Segui l'etichetta #ilpaesaggio e vedrai!

Fonti: Paesaggi, Norbert Wolf, Taschen, Colonia, 2008

Nessun commento:

Posta un commento