buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
                        

lunedì 2 novembre 2015

Romanticismi - mercanti di pellicce lungo il Missouri

George Caleb Bingham, mercanti di pellicce lungo il Missouri, 1845
Mentre una corrente della pittura americana si dedicava allo studio della natura ancora selvaggia e incontaminata del Nuovo Mondo, una seconda corrente coltivava il genere della vita quotidiana nelle campagne e nelle città della giovane nazione. E' il caso dell'artista e dell'opera che ci accompagna oggi nel viaggio attraverso il romanticismo ed i suoi interpreti.

Si tratta di George Caleb Bingham, cresciuto nella fattoria del padre, coltivatore di tabacco, a Franklin sul fiume Missouri. Dopo un apprendistato da falegname si diede alla pittura e percorse gli Stati Uniti come ritrattista girovago. Studiò per un breve periodo teologia e giurisprudenza, per poi frequentare per alcuni mesi la Pennsylvania Academy of Arts di Philadelphia. Nel 1844 fece ritorno nel Missouri e si dedicò alla pittura, ispirandosi prevalentemente alla vita quotidiana di agricoltori, cacciatori di pellicce, mercanti e barcaioli, ma coltivando anche il filone della pittura di genere ispirata alla vita politica nazionale. Questi temi motivarono la sua reputazione di pittore degli usi e costumi degli stati occidentali. La sua asta popolarità fu dovuta in gran parte alla produzione e diffusione di massa di incisioni ispirate alle sue opere.

Se ti piace il blog metti un like alla pagina Facebook! 👇👇👌


L'opera che vedete qui riprodotta evoca con nostalgia il tempo ormai lontano dei cacciatori di pellicce. All'epoca in cui il quadro fu realizzato, il commercio di pellicce era ormai organizzato da grandi società che trasportavano la merce su chiatte e battelli a vapore. In questa immagine, invece padre e figlio discendono la corrente del fiume a bordo di una semplice imbarcazione e trasportano le pelli frutto della loro caccia, per venderle al mercato più vicino. La barca è avvolta dall'ombra e si staglia sullo sfondo del paesaggio fluviale, avvolto da una patina di nebbia, e su un cielo dai romantici colori pastello. Il sentimento nostalgico che pervade questa visione è di natura prettamente romantica.

Come molti artisti, intraprese un viaggio in Europa tra il 1856 e il 1859 e soggiornò a Parigi e Dusseldorf, dove entrò in contatto con il pittore tedesco-americano Emanuel Leutze e con i rappresentanti della corrente pittorica nota come "Scuola di Dusseldorf". Rientrato in patria, si dedicò all'attività politica, il che ebbe come conseguenza una forte riduzione della sua produzione artistica.
Le sue delicate e poetiche raffigurazioni della grande via fluviale costituiscono una romantica reminescenza dell'epoca iniziale della civilizzazione americana che ritroviamo celebrata anche nei romanzi di Mark Twain

Fonti: Romanticismo, Norbert Wolf, Taschen, Colonia, 2008

2 commenti:

  1. Bellissimo dipinto. Adoro poi quel gatto a prua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è vero, il gatto a prua è la ciliegina sulla torta :-D

      Elimina