buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
                        

sabato 3 settembre 2016

Hello Museo ai Musei Vaticani


Oggi vado a ripescare per voi la rubrica "hello museo", nella quale recensisco la presenza dei musei sul web. Vi parlerò di uno dei musei più visitati al mondo: i Musei Vaticani. Più che un museo una galassia di musei che racchiudono dei capolavori straordinari. Quindi molto probabilmente penserete che un'istituzione del genere sia all'avanguardia anche nella sua attività internet e social, ma in realtà vi riserverà delle cattive sorprese. I Musei Vaticani hanno un sito tradotto in inglese, francese, spagnolo e tedesco che trovate QUI.

La prima cosa che salta all'occhio è chiaramente l'aspetto grafico che in effetti non brilla per originalità e modernità. E' molto semplice e scarno, ma devo dire abbastanza ricco in contenuti.
Dalla home page potete osservare gli eventi più recenti e in cima alla pagina avete la possibilità di scaricarvi la cartina dei musei (un po' confusa in realtà), accedere a un fornitissimo negozio on-line e fare la prenotazione della vostra visita, scegliendo tra moltissime possibilità. Sono disponibili visite in treno, visite notturne, visite guidate per singoli, con guida esclusiva. Potete fare una colazione al museo, visitare la residenza pontificia di Castel Gandolfo, accedere a laboratori didattici e molto molto altro. Manca un servizio di mailing list.


La barra a sinistra del sito vi da l'accesso a molte informazioni come ad esempio la storia dei Musei i vari settori in cui si suddividono le collezioni con la possibilità di approfondimento. Trovate inoltre molte altre informazioni sui servizi, la didattica, tirocini, pubblicazioni, le basiliche papali ecc ecc. Quindi, un sito che farebbe rizzare i capelli in testa a qualsiasi web designer, ma tutto sommato utile nel guidare il visitatore a preparare la sua visita.
Passando ai social arriviamo alle dolenti note. Ebbene in Musei Vaticani ad oggi non sono presenti in nessun social network. Personalmente trovo che sia una grave mancanza perché se è vero che certo non hanno bisogno questi musei di attirare pubblico o farsi pubblicità, è altrettanto vero che gli spazi nei social network non servono solo a farsi conoscere. Credo che avere una pagina Facebook, un profilo Twitter o Instagram sia un modo importante per costruire un legame con il pubblico che visita il museo o che lo visiterà. Per i Musei Vaticani sarebbe poi anche un modo per togliersi di dosso quell'immagine di istituzione sacra, irraggiungibile e un po' distaccata.

Se ti piace il blog, metti un like alla pagina Facebook 👇👇💛


Ma veniamo ai voti che, come saprete, vanno da una a cinque stelline (*****)!
Presenza sul web ** Voto basso per la totale assenza sui social network.
Funzionalità ed utilità effettiva **** Qui un buon voto perché, pur nei miglioramenti che sempre si possono realizzare, le informazioni che i Musei Vaticano danno ai visitatori virtuali sono buone.
Dialogo e coinvolgimento del pubblico * Sul coinvolgimento siamo nell'insufficienza più grave perché in effetti i Musei non offrono iniziative sul web.
Voi cosa ne pensate? sono stato troppo severo?
Intanto vi invito ad andare a visitare il sito dei Musei Vaticani e a scoprirne la storia e le collezioni.
Alla prossima recensione!

Nessun commento:

Posta un commento